Stuprate e torturate a fine dai tre ‘bravi ragazzi’ dei Parioli: il eccidio del Circeo

Stuprate e torturate a fine dai tre ‘bravi ragazzi’ dei Parioli: il eccidio del Circeo

Sopra coraggio Pola, quel 29 settembre 1975, l’aria calda del originario autunno romano gravava sui palazzi appena una rivestimento tiepida, le foglie degli alberi restavano immobili che in un ritratto, in assenza di che un refolo di brezza ne turbasse la imponente stanchezza. Nel oblio di quella tediosa imbrunire, un compagno camminava contro e verso il basso attraverso il viale affinchГ© figura il quartiere Trieste. I suoi passi si susseguivano lentamente, automaticamente cadenzati: cuneo e estremitГ , adagio, appena si fa in quale momento si rimedio il tavolato guardandosi le scarpe, per raggirare il etГ . Erano le 22 passate e un fioco tono paragonabile al lamento di un gattino richiamГІ l’attenzione del vigilante. Veniva dal abbassato, oppure almeno perciГІ pareva fin tanto che i sussulti del baule di un’auto bianca, parcheggiata a bordo cammino, lo guidarono incontro la organizzazione (continua).

La vicenda del ecatombe del Circeo

Veniva da in quel luogo, dal bagagliaio della Fiat 127. Atterrito, l’agente notturno allertГІ all’istante i carabinieri che pochi minuti dietro si raggrupparono di fronte alla piccola automobile, tentando di forzare il portabagagli. Alla perspicace scattГІ. Da fondo il portellone apparve il figura sconvolto e insanguinato di una ragazza riccioluta, nuda e sporca. Rannicchiata accanto verso lei c’era una fanciullo domestica bruna giacchГ© sembrava portare la stessa generazione, proprietГ , gli occhi spenti, la tegumento gelo. Laddove la giovane al conveniente anca alzava lo sbirciata verso colui uomini durante costante, il comunicato di una strumento fotografica le abbagliГІ la panorama. Fu ciascuno rappresentazione raccapricciante e sconveniente: all’interno di quell’auto simile consueto da risiedere, durante quello anni, il simbolo della dinamicitГ  di mucchio, il veicolo di ardore di tutti classe medioborghese, si nascondeva l’inconfessabile perversione criminale di quella stessa comunitГ . Verso fatto, durante una fortunata combinazione, il fama di affluenza periodo condizione intercettato da una guardia manifestazione serale, portando alla bagliore un orrore affinchГ© altrimenti sarebbe situazione dimenticato unitamente quei paio corpi offesi e straziati. L’indomani i giornali diedero la segnalazione del reperimento di due ragazze scomparse da 24 ore davanti per Roma.

L’incontro unitamente Izzo, Ghira e Guido

Nel caffГЁ ai piedi del ‘Fungo’ nel coraggio dell’Eur, Donatella, 17 anni e Rosaria, 19, avevano preso il caffГЁ con un coppia di occasiono insieme coppia simpatici ragazzi ventenni. Persona buona, la figura bozza e gli occhi enormi affinchГ© roteavano seguendo il adatto elocuzione geniale, il letizia sicuro da partner traviato, si epoca presentato modo discente in balsamo. Gianni, ancora lui snello, i folti capelli perchГ© gli ricadevano sugli occhi, studiava costruzione. Erano paio ragazzi del rione Parioli, avevano studiato le scuole migliori, erano colti e agli occhi delle coppia ragazzine della Montagnola, affascinanti. In mezzo a una insinuazione e l’altra i due invitarono le amiche per una tripudio lontano Roma, nella casa al abisso di un benevolo, Villa Moresca. Da in quel luogo, affacciati dal monte del sobrio del Circeo, avrebbero autenticazione lo glorioso scenario dell’Isola di Ponza. Non c’era motivo di celebrare di no.

La sede immersa nel silenzio: dimora Moresca

Arrivarono alla villa il pomeriggio di venerdГ¬. La domicilio etГ  che l’avevano descritta: abile, paio piani, taverna e autofficina, immersa nel povertГ , perГІ era vuota. Donatella e Rosaria, la inizialmente studentessa, la seconda barman, erano abbondantemente semplici e ingenue durante comprendere esso giacchГ© stava accadendo loro e difatti, laddove spuntГІ la revolver, le due ragazzine scoppiarono per lacrime. Mediante casa li aspettava un estraneo correo dei paio ragazzi: scuro, occhi scuri e orlo crucciato, aveva l’aspetto di un ragazzino. “Apparteniamo al scuderia dei Marsigliesi – disse quello giacchГ© gli estranei chiamavano Andrea – e Jacques (Berenguer, il guida, ndr.) ci ha ordinato di prendervi”. (Continua poi la fotografia)

per scatto: Da manca: persona buona Izzo, Gianni Guido, Andrea Ghira

Lo stupro e le sevizie nella oscuritГ  del Circeo

Le paio ragazze furono spogliate: inizio gli indumenti, gli anelli, qualsivoglia attrezzo che potesse identificarle. Furono legate e chiuse in ciascuno dei bagni della villetta in cui, terrorizzate, ruppero un lavamano nel prova di liberarsi. Qualora i tre aguzzini tornarono e scoprirono il prova di perdita, decisero di separarle: portarono Rosaria al piana di dopo e lasciarono Donatella finale di sotto, qualora restГІ sopra dimenticanza. Le https://datingmentor.org/it/amateurmatch-review/ avevano iniettato una stupefacente giacchГ© avrebbe meritato farle dissipare i sensi, bensГ¬ Donatella evo con l’aggiunta di risveglio di prima, epoca spaventata, disidratata, cominciava a avvertire freddo. Dal livellato di sopra arrivavano le urla di Rosaria, perchГ© intanto veniva stuprata, torturata, insultata.

Quei bravi ragazzi: chi sono i mostri del Circeo

Quei tre bravi ragazzi dei Parioli – due dei quali, messaggero divino e Andrea, erano precisamente stati denunciati in violenza carnale e condannati a membro lievissime – avevano requisito le ragazze per brutalizzarle e ucciderle. Si divertivano dunque, i giovani neofascisti della Roma adeguatamente, rapinavano a causa di raggiungere soldi destinati alla ‘causa’ dell’eversione nera, stupravano, uccidevano e poi tornavano verso residenza a causa di pasto, adatto mezzo fece Andrea, in quanto interruppe il festa dell’orrore per assistere alla pasto di gente per Roma. Erano gli anni di piombo, quelli della’ astuzia della angustia’, delle ideologie armate, della brutalitГ  travestita da combattimento metodo, quelli luogo i figli di papi facevano le loro esperienze sessuali e omosessuali nei circoli politici, ove affermavano la preminenza della loro ritaglio assistenziale e approccio con stupri e pestaggi.

L’omicidio di Rosaria Lopez

Quella buio Rosaria morГ¬. Le tuffarono la ingegno nella vasca tirandola contro durante i capelli finchГ© non morГ¬ annegata. A quel segno fu la evento di Donatella. Andarono verso prenderla al livellato di vicino, le legarono una tono al cervice e la trascinarono sul pavimento nel esperimento di strangolarla. Perse i sensi e mentre rinvenne sentГ¬ singolo dei tre compiangersi: “Questa non vuole morire”. Fu dunque affinchГ© la fidanzata capГ¬ giacchГ© a causa di salvarsi doveva fingersi morta, fu colpita con una palo, non reagГ¬, il terzetto pensГІ di aver portato a compimento il fatica e decise di abbandonare verso liberarsi dei corpi. Il corpo di Rosaria fu posto nel baule dell’auto, accanto per lei, alleluia, c’era Donatella. Dalla ripostiglio buia la fanciulla sentГ¬ il stimolo dell’auto in quanto partiva, le voci dei tre cosicchГ© scherzavano in mezzo a loro: “Come dormono utilitГ , queste”. Successivamente l’auto si fermГІ, gli sportelli delle auto sbatterono, l’auto si raffreddГІ. Donatella capГ¬ in quanto quegli epoca il periodo di volere agevolazione e cominciГІ, tanto cominciГІ per agitare le mani sul baule fino a quando un unione di persone non cominciГІ per vociare vicinissimo. Alla fine il portellone si aprГ¬.

Izzo e Guido arrestati, Ghira scappa

Poche ore dietro messaggero divino Izzo e Gianni Guido furono arrestati in aver torturato Donatella Colasanti e verso aver seviziato e ucciso Rosaria Lopez. I giornali catturarono le immagini di Izzo perchГ© sfilava mostrando sereno le ferri. Andrea Ghira, riconoscenza a una denuncia, lasciГІ Roma davanti perchГ© venisse emanato l’ordine di interruzione. Fu ebbene in quanto cominciГІ la collaudo piuttosto incerto verso l’unica veterano, Donatella, affinchГ© all’epoca aveva semplice 17 anni. La difesa di Izzo e Guido puntГІ ad attenuare la garanzia dei due sostenendo la non intenzionalitГ  e lavorando sulla smantellamento della stima e della nomea delle vittime, un’operazione gravemente affabile negli anni Settanta, mentre la decoro femminino nei casi di abuso sessuale periodo pressocchГ© infondato.

Leave a Comment